logo_post_protetto
logo_laterale

Mobile Health, cinque app da tenere a portata di smartphone

Mobile Health, cinque app da tenere a portata di smartphone

Avete mai provato a chiedere una ricetta medica via chatbot o a provarvi la pressione con lo smartphone? Molti di voi già lo fanno o lo faranno presto visto che la mobile health, che riguarda tutti i servizi di assistenza medica attraverso dispostivi mobili, è in continua espansione. Addirittura il 70% delle app presenti sul mercato hanno a che fare con la salute e il benessere del consumatore e quasi un quarto di queste nasce con l’obiettivo di fornire un supporto nella gestione delle patologie e delle relative terapie. Ma quali sono le app da scaricare? Ne abbiamo selezionate 5.

  1. HeartWatch, è un’app che, tramite un dispositivo indossabile, monitora il battito cardiaco ed è in grado di individuare eventuali aritmie. In caso di emergenza il dispositivo provvede a mandare un allarme e avvisare tramite messaggi una lista di persone prescelta.
  2. Amicomed è molto utile invece se si soffre di ipertensione. E’ infatti un’app, che aiuta a gestire e in caso abbassare la pressione arteriosa. Dopo il pilota in Italia che ha generato risultati di successo, Amicomed è stata l’unica azienda europea selezionata da Launchpad Digital Health – Ground Zero (LDH-GZ) per raggiungere l’ambizioso obiettivo di combattere l’ipertensione negli Stati Uniti.
  3. YourMD questa startup di Londra ha creato una chatbot alla quale descrivere quali sintomi si avvertono e ricevere in cambio una cura adatta individuata da un’intelligenza artificiale in grado di analizzare un enorme database medico. L’applicazione è già disponibile per Android, ma prima di poterla considerare davvero affidabile bisognerà aspettare ancora un po’.
  4. Medlanes: se si ha bisogno di una consulenza medica e si è in vacanza o si è impossibilitati ad andare dal medico c’è il servizio Medlanes che, grazie a una rete di dottori specializzati in varie discipline, fornisce agli utenti una prima assistenza medica in tempo reale. Basta inviare tramite l’app una foto e una descrizione del sintomo per ricevere una prima diagnosi da parte di uno specialista. La startup è nata nel 2014 a Berlino e ha ricevuto il sostegno di AXA Strategic Ventures che ha deciso di investire nella piattaforma.
  5. Pharmap: infine c’è Pharmap, la startup che ha da poco vinto il concorso South For Tomorrow e che crea un ecommerce a misura di farmacia di zona portando i farmaci scelti da un catalogo direttamente a casa ed entro 45 minuti. Ad oggi la startup è attiva in 20 farmacie di Milano.
Scritto da:Newsroom

La newsroom di AXA Italia è una vera e propria startup interna gestita da collaboratori e da giornalisti professionisti.