logo_post_protetto
logo_laterale

Evita gli incidenti domestici

Evita gli incidenti domestici

Le statistiche sono preoccupanti. Secondo l’Istat quasi 700mila persone – l’11,3% della popolazione – hanno dichiarato di essere rimasti coinvolti in un incidente domestico nei tre mesi precedenti l’intervista. Nel complesso, in Italia, l’anno scorso si sono verificati 783mila incidenti, con una media di 1,1 incidenti per persona.

 

Categorie a rischio

Donne, anziani e bambini sono le categorie maggiormente a rischio. Ogni 1000 persone incorse in un incidente, 15 sono donne (contro 7 uomini), 9 bambine e 27 ultrasessantenni. Tra le donne, le casalinghe sono una categoria particolarmente a rischio, ogni tre mesi 149mila sono coinvolte in un incidente domestico, fra cui spiccano cadute e ustioni.

 

L’uso (cattivo) degli elettrodomestici (buoni)

Il dato più interessante è che una parte significativa degli incidenti domestici avviene con elettrodomestici che con il corretto uso funzionano meglio e durano di più, oltre a rimanere alleati e non nemici della vita quotidiana.
All’origine degli incidenti domestici comunque ci sono quattro ordini di cause:

 

  • Caratteristiche dell’abitazione (scale, pavimento scivoloso, fili elettrici, ecc.)
  • Cattivo utilizzo delle apparecchiature (ignoranza delle istruzioni, scarsa percezione dei rischi)
  • Condizioni di salute (scarsa mobilità, vista, udito, ecc.);
  • Condizioni esterne, stili di vita o abitudini (amianto, piante tossiche, uso di farmaci, alcolismo)
  • Scarsa attenzione (colpisce uomini e donne ed è indipendente dall’età, dal titolo di studio e dall’occupazione)

 

Il triangolo delle Bermuda domestiche

Da tutte le ricerche emerge che i luoghi domestici più problematici sono: la cucina, il soggiorno e il bagno. Fra questi la cucina sicuramente il luogo più pericoloso sia perché in cucina si trascorre la maggior parte del tempo attivo sia perché in cucina sono contenuti una molteplicità di utensili ed elettrodomestici potenzialmente pericolosi. Sembra inoltre che il rischio d’incidente domestico in alcuni ambienti possa variare in funzione del sesso. A parte la cucina, per le donne risultano più pericolosi il soggiorno e il bagno, mentre per gli uomini i balconi, i terrazzi e in terza posizione la cantina e il garage.

 

Come prevenire gli incidenti domestici

Per non incorrere in alcuni degli incidenti più comuni in casa, come la caduta dalle scale, le ustioni o le ferite da taglio, è innanzitutto indispensabile adottare dei comportamenti “virtuosi”. La prudenza è la regola di base, l’attenzione e la concentrazione sono gli altri due requisiti, che dovrebbero essere usati in ogni occasione. Infine, è sempre meglio fare una cosa alla volta, per il piacere di vivere a pieno quello che si sta facendo, ma anche per evitare di fare male, e di farsi male, facendo troppe cose insieme. Dopodiché ecco alcuni suggerimenti che possono sembrare semplicisti o intuitivi ma non lo sono affatto:

 

  • Scendendo le scale è bene indossare pantofole con la suola di gomma o delle calze anti-scivolo, grazie alle quali è possibile evitare rovinose cadute  anche su pavimenti non troppo lisci o lucidi.
  • Quando salite le scale ricordatevi sempre di appoggiarvi al corrimano e di evitare di fare le scale al buio; ricordate sempre che una buona illuminazione è sempre fondamentale per la vostra sicurezza.
  • Per evitare cadute nella doccia è bene utilizzare tappetini anti-scivolo, mentre se avete la vasca per aiutarvi ad entrare e uscire è sempre consigliabile far installare delle maniglie d’appoggio.
  • Non lasciate mai accese candele, sigarette o fiammiferi e non lasciate mai il vostro camino incustodito. Se dovete uscire o arriva l’ora di andare a letto spegnete completamente tizzoni e braci.
  • In cucina gli incidenti più comuni sono le scottature e i tagli; per evitare le prime non indossate mai abiti sintetici ai fornelli e tenete i capelli ben lontani dalla fiamma, mentre per i secondi maneggiate i coltelli con attenzione.
  • Molto comuni sono purtroppo anche le fughe di gas; questo significa che quando si va a letto o si esce di casa è bene chiudere il rubinetto del gas e controllate che i fornelli siano ben spenti.
  • Le prese di corrente possono essere un’altra fonte di rischio, per tale ragione non maneggiate spine e spinotti con le mani bagnate, in quanto potete correre il rischio di prendere una scossa. Molta attenzione anche ai fili scoperti o ai cavi deteriorati; in questi casi è bene correre subito ai ripari.

 

Scritto da:Newsroom

La newsroom di AXA Italia è una vera e propria startup interna gestita da collaboratori e da giornalisti professionisti.

000-017   000-080   000-089   000-104   000-105   000-106   070-461   100-101   100-105  , 100-105  , 101   101-400   102-400   1V0-601   1Y0-201   1Z0-051   1Z0-060   1Z0-061   1Z0-144   1z0-434   1Z0-803   1Z0-804   1z0-808   200-101   200-120   200-125  , 200-125  , 200-310   200-355   210-060   210-065   210-260   220-801   220-802   220-901   220-902   2V0-620   2V0-621   2V0-621D   300-070   300-075   300-101   300-115   300-135   3002   300-206   300-208   300-209   300-320   350-001   350-018   350-029   350-030   350-050   350-060   350-080   352-001   400-051   400-101   400-201   500-260   640-692   640-911   640-916   642-732   642-999   700-501   70-177   70-178   70-243   70-246   70-270   70-346   70-347   70-410   70-411   70-412   70-413   70-417   70-461   70-462   70-463   70-480   70-483   70-486   70-487   70-488   70-532   70-533   70-534   70-980   74-678   810-403   9A0-385   9L0-012   9L0-066   ADM-201   AWS-SYSOPS   C_TFIN52_66   c2010-652   c2010-657   CAP   CAS-002   CCA-500   CISM   CISSP   CRISC   EX200   EX300   HP0-S42   ICBB   ICGB   ITILFND   JK0-022   JN0-102   JN0-360   LX0-103   LX0-104   M70-101   MB2-704   MB2-707   MB5-705   MB6-703   N10-006   NS0-157   NSE4   OG0-091   OG0-093   PEGACPBA71V1   PMP   PR000041   SSCP   SY0-401   VCP550