logo_post_protetto
logo_laterale

Attaccare un quadro

Attaccare un quadro

Arredando la propria casa, molti tendono a consumare tutte le energie nell’organizzazione degli spazi con la conseguente scelta dei mobili, trascurando i particolari che renderebbero la propria abitazione il luogo ideale per passare tempo di qualità. Fra questi ci sono senza dubbio i quadri o meglio le pareti, che se ben arredate danno un tocco in più, qualcosa di originale e accogliente. Considerando questi aspetti può essere interessante, e perché no divertente, iniziare una ricerca, investendo tempo e risorse per acquistare quei quadri che rappresentano meglio i nostri gusti e la nostra idea di bellezza.

 

A cosa servono i quadri

I quadri servono a dare carattere e stile, in una parola personalità. Gratificano la vista di chi li osserva, che siano i padroni di casa stessi o degli ospiti. Nella scelta non importa se potete permettervi un quadro di valore o una stampa. L’importante è quel quadro vi piace e vi rappresenta in qualche modo.

 

Il rischio più grande: appenderli

Scelto e acquistato i vostri quadri, arriva il “difficile”: appenderli è tutt’altro che una manovra banale. Molto spesso, infatti, si provoca la rottura dell’intonaco, o peggio si possono creare le condizioni per veri e propri incidenti domestici, spesso anche gravi. Quindi la prima cosa da fare è prestare la massima attenzione, dopodiché occorre considerare di avere a disposizione i seguenti elementi:

 

  • Quadro
  • Martello
  • Chiodi a muro
  • Metro
  • Scala
  • Scotch

 

Fase 1

Procuratevi un metro, meglio se rigido come quello utilizzato dai muratori. Servirà per prendere le misure e definire il punto preciso sul quale piantare i chiodi nella parete. Se il quadro è piccolo, è sufficiente solamente un chiodo, posto a metà del bordo superiore del dipinto, per garantirne la stabilità alla parete stessa. Se dovete appendere un quadro piuttosto grosso, il cui lato superiore misura oltre i settanta centimetri, è consigliabile appenderlo utilizzando due chiodi anziché uno, in modo da sorreggere meglio il peso.

 

Fase 2

Misurate accuratamente il lato superiore e poi lasciate dieci centimetri per parte, cosicché la dimensione interna sarà esattamente la distanza fra i due chiodi che si dovranno piantare nel muro. Se ad esempio il lato più grande misura settanta centimetri toglietene dieci a sinistra e dieci a destra, ottenendo così i cinquanta centimetri, che faranno da interasse per i chiodi.

 

Fase 3

A questo punto con il metro rigido misurate la quota, ovvero la distanza tra il chiodo e il pavimento. È consigliabile che tale distanza sia di centottanta centimetri. Procedete con attenzione perché anche un minimo errore in questa operazione potrà determinare una posizione errata del quadro appeso.

 

Fase 4

Con la matita segnate un puntino sul muro dove dovrà essere posizionato il chiodo, alla distanza pari all’interasse calcolato in precedenza; l’altro punto del secondo chiodo dovrà essere segnato alla medesima quota. Ora ricoprite i due puntini con un pezzetto di almeno due centimetri di scotch trasparente e procedete piantando i chiodi. Questo trucco permetterà al chiodo di penetrare all’interno della parete senza sollevare e rompere l’intonaco, evitando il formarsi di quei bruttissimi e antiestetici buchi bianchi.

 

Fase 5

A questo punto non rimane che appendere finalmente il quadro ai chiodi appena piantati.

 

Buon lavoro!

Scritto da:Newsroom

La newsroom di AXA Italia è una vera e propria startup interna gestita da collaboratori e da giornalisti professionisti.

Quanto ti è stato utile il post?  
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

LoadingFavorite 0
0

000-017   000-080   000-089   000-104   000-105   000-106   070-461   100-101   100-105  , 100-105  , 101   101-400   102-400   1V0-601   1Y0-201   1Z0-051   1Z0-060   1Z0-061   1Z0-144   1z0-434   1Z0-803   1Z0-804   1z0-808   200-101   200-120   200-125  , 200-125  , 200-310   200-355   210-060   210-065   210-260   220-801   220-802   220-901   220-902   2V0-620   2V0-621   2V0-621D   300-070   300-075   300-101   300-115   300-135   3002   300-206   300-208   300-209   300-320   350-001   350-018   350-029   350-030   350-050   350-060   350-080   352-001   400-051   400-101   400-201   500-260   640-692   640-911   640-916   642-732   642-999   700-501   70-177   70-178   70-243   70-246   70-270   70-346   70-347   70-410   70-411   70-412   70-413   70-417   70-461   70-462   70-463   70-480   70-483   70-486   70-487   70-488   70-532   70-533   70-534   70-980   74-678   810-403   9A0-385   9L0-012   9L0-066   ADM-201   AWS-SYSOPS   C_TFIN52_66   c2010-652   c2010-657   CAP   CAS-002   CCA-500   CISM   CISSP   CRISC   EX200   EX300   HP0-S42   ICBB   ICGB   ITILFND   JK0-022   JN0-102   JN0-360   LX0-103   LX0-104   M70-101   MB2-704   MB2-707   MB5-705   MB6-703   N10-006   NS0-157   NSE4   OG0-091   OG0-093   PEGACPBA71V1   PMP   PR000041   SSCP   SY0-401   VCP550