logo_post_protetto
logo_laterale

Incidenti domestici

Incidenti domestici

Se pensate che non esista posto più sicuro della vostra casa, potreste sbagliarvi: secondo l’Istituto Superiore di Sanità, in Italia quasi due milioni di persone l’anno finiscono al pronto soccorso a causa di incidenti domestici. Ma cosa si intende per incidente domestico? Un incidente domestico è un incidente involontario che si verifica in casa o nelle zone esterne dell’abitazione come balconi, cantine, soffitte, giardini e garage e che modifica in modo temporaneo o permanente lo stato di salute di chi ne è vittima.

Diamo i numeri

Secondo i dati ISTAT, ogni anno si verificano circa 4 milioni e mezzo di infortuni domestici di cui 80mila richiedono un ricovero ospedaliero. Il numero totale di incidenti però è molto superiore perché comprende anche tutti quei piccoli infortuni che non necessitano dell’intervento di un medico e che dunque non vengono denunciati.

Le vittime

Chiunque può essere vittima di un incidente domestico, indipendentemente dall’età, anche se, secondo i dati ISTAT, il 70% delle vittime sono le donne casalinghe. Questo dato non deve stupire perché di fatto sono la categoria di persone che passa più tempo tra le mura di casa insieme agli anziani e ai bambini. E in effetti, i dati provenienti dai pronto soccorso degli ospedali indicano proprio nelle casalinghe, nei bambini e negli anziani i tre gruppi di popolazione a maggior rischio infortunio domestico.

Le cause

Cosa può rendere le nostre case così pericolose? Se da un lato ci sono le caratteristiche strutturali dell’abitazione, come scale, spigoli e pavimenti particolarmente scivolosi oppure disconnessi, che possono essere attenuate grazie all’utilizzo di dispositivi di sicurezza – qui parliamo di come preparare la casa all’arrivo di un figlio -; dall’altro ci sono tutta una serie di comportamenti sbagliati come l’uso improprio di apparecchi e oggetti domestici. Secondo il Ministero della Salute, infatti, 241 mila incidenti sono dovuti a un uso scorretto della corrente elettrica e degli apparecchi elettrici.

I luoghi

La cucina, ovvero la stanza che rappresenta il cuore della casa, è lo scenario del 36% degli incidenti domestici. È qui che infatti vengono usati la maggior parte dei piccoli elettrodomestici che, anche a causa della vicinanza con acqua e fuoco, sono più soggetti a usura e malfunzionamenti. Anche la camera da letto, luogo originariamente dedicato al riposo, è sede di molti dispositivi elettronici come televisori, modem, computer e telefonini che, se privi della giusta manutenzione, possono trasformare la zona dei sogni in una zona da incubo con il 13% degli incidenti domestici. Abbiamo già visto che acqua ed elettricità non sono un buon connubio, e infatti l’8% degli incidenti domestici si svolge proprio in bagno.

Gli incidenti

Un impianto elettrico non a norma può essere causa di incidenti, in particolare di folgorazione o di ciò che nel linguaggio comune viene chiamato scossa. La scossa si prende sia per contatto diretto, per esempio toccando un filo elettrico scoperto o male isolato, ma anche per contatto indiretto, con un oggetto che non dovrebbe trasmettere elettricità ma che, in caso di guasto, diventa un ottimo conduttore di elettricità e dà la scossa. Ecco perché, per prevenire incidenti, è importante una corretta e costante manutenzione degli elettrodomestici che, già in fase di acquisto vanno scelti con cura perché, sempre più spesso, vengono immessi sul mercato già difettosi.

La prevenzione

In fase d’acquisto è importante verificare che l’elettrodomestico risponda ai requisiti di sicurezza certificati dai marchi CE e IMQ.

Nella vita di tutti i giorni, è importante adottare comportamenti corretti come, per esempio, evitare di lasciare accesi apparecchi elettrici incustoditi, di utilizzare gli elettrodomestici nelle vicinanze di liquidi o in ambienti con un alto tasso di umidità oppure di collegare gli elettrodomestici a multiprese, le cosiddette “ciabatte”, che provocano un carico elettrico eccessivo sulla prima presa e aumentano il rischio di cortocircuiti e incendi.

Tutto questo però non basta perché, per garantire la sicurezza dei nostri elettrodomestici e anche la loro longevità, è importante una manutenzione periodica fatta da professionisti che oltre a prevenire gli incidenti, aumenta anche la longevità dell’apparecchio elettrico facendoci così risparmiare denaro. Volete qualche esempio? Una lavastoviglie che non scarica bene può inondare la cucina. Un frigorifero troppo caldo può causare intossicazioni alimentari a tutti i componenti della famiglia. Un’asciugatrice con uno sfiato ostruito può letteralmente bruciare una casa! È proprio il caso di dire che prevenire è meglio che curare!

Ottieni una prima diagnosi in pochi minuti: clicca qui.

Fonti:

https://www.issalute.it/index.php/la-salute-dalla-a-alla-z-menu/i/incidenti-domestici
https://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?id=4277&area=prevenzione&menu=obiettivi

Il Gruppo AXA Italia non risponde dei contenuti degli articoli pubblicati

Scritto da:Newsroom

La newsroom di AXA Italia è una vera e propria startup interna gestita da collaboratori e da giornalisti professionisti.