logo_post_protetto
logo_laterale

Una casa a prova di bambino

Una casa a prova di bambino

Durante i nove mesi di gestazione, i futuri genitori cercano di prepararsi al meglio per accogliere il bambino con tutto l’affetto e la dedizione possibile. Lo shopping nei negozi specializzati in prodotti per la prima infanzia diventa un’attività quotidiana e, dopo sole poche settimane dal risultato del test di gravidanza, la casa viene letteralmente invasa da fasciatoio, passeggino, culla, seggiolone, giochi, biberon e chi più ne ha più ne metta. Per prepararsi all’arrivo di un neonato, però, non basta comprare tutto ciò che gli serve; bisogna anche mettere la casa in sicurezza eliminando tutti gli innumerevoli pericoli che si nascondono dietro l’angolo… anzi, dietro lo spigolo di ogni mobile!

Secondo una ricerca condotta dall’Istituto Superiore di Sanità che ha istituito dal 1999 un Sistema di sorveglianza degli incidenti domestici (sistema SINIACA), la maggior parte degli incidenti nei bambini al di sotto dei quattro anni avviene dentro le mura domestiche. Come fare quindi a rendere la casa sicura per il proprio bambino?

Per fortuna, trasformare una casa a misura di bambino è molto più facile di quanto possa sembrare: basta adottare alcuni semplici accorgimenti per dormire sonni tranquilli. Ecco quindi un elenco delle principali insidie che si nascondono tra le mura domestiche:

Elettricità

Le prese elettriche rappresentano una vera e propria attrattiva per i bambini, soprattutto perché spesso si trovano a portata di mano. Per scongiurare incidenti, l’impianto elettrico dovrebbe essere dotato di un dispositivo salvavita. Inoltre, per tutti i punti presa, sarebbe opportuno utilizzare gli appositi copri-fori.

Acqua calda

In questo caso un consiglio non solo per la sicurezza dei più piccoli ma anche per il risparmio energetico: regolate la caldaia in modo che l’acqua non sia mai bollente; in questo modo eviterete che il bimbo si scotti aprendo l’acqua calda e risparmierete sulla bolletta del gas.

Forno e fornelli

Continuiamo a parlare di scottature e ustioni spostandoci in cucina. Per evitare che i più piccoli si scottino con fornelli e forno ricordatevi di chiudere il gas dal rubinetto centrale. Inoltre, soprattutto quando il forno è caldo, utilizzate un blocco sullo sportello per evitare che il bambino tocchi inavvertitamente la piastra rovente. Se con i fuochi a induzione non correte pericoli, dovete prestare attenzione invece alle piastre elettriche che ci mettono molto più tempo a raffreddarsi dopo l’uso. Per tenere lontano le mani curiose dei più piccoli, costruite una piccola recinzione in metallo da appoggiare sopra le piastre.

 Ante e cassetti

Stesso discorso fatto per il forno: anche in questo caso dovete evitare che il piccolo, curiosando e cercando nuovi nascondigli, si possa imbattere in oggetti pericolosi come forbici, medicinali, o detersivi. Per questo è importante montare dei blocchi su ante e cassetti.

Porte

Le porte hanno i pro e i contro: da un lato, una porta chiusa permette di tenere i bambini fuori da alcune stanze, dall’altro però una porta che si può chiudere rappresenta un pericolo perché i più piccoli potrebbero schiacciarsi le dita nel tentativo di chiudere la porta o, ancora peggio rimanere intrappolati in una stanza dalla quale non riescono più a uscire. Per fortuna, anche in questo caso c’è la soluzione: basta installare dei blocca-porta, ovvero delle semplici fascette di gomma che tengono ferma una porta aperta o chiusa per scongiurare il pericolo.

Scale

I bambini piccoli fanno fatica a camminare, figuriamoci a salire o scendere le scale. Per questo, se volete evitare ruzzoloni, abituatevi a usare cancelletti di sicurezza da montare all’inizio e alla fine della scala. Attenzione a sceglierli della giusta altezza perché altrimenti ci potrebbe essere il rischio che il bambino riesca a scavalcarli rendendo così le scale ancora più pericolose.

Finestre

Anche le finestre aperte rappresentano un pericolo per i più piccoli che sporgendosi possono cadere giù. Per evitare incidenti, ricordatevi sempre di chiudere le finestre utilizzando anche ulteriori chiusure di sicurezza che siano però facili da aprire in caso di emergenza da parte di una persona adulta.

Spigoli

Guardatevi attorno: quanti spigoli riuscite a vedere? Gli spigoli del tavolo, delle mensole e dei mobili sono molto pericolosi per i bambini che iniziano a camminare da soli. Ricopriteli con gomma piuma e stoffa oppure con i proteggi spigoli in gomma in grado di attutire gli eventuali urti accidentali: ne esistono di tutti i tipi e si adattano a tutti gli stili di arredamento.

Scritto da:Newsroom

La newsroom di AXA Italia è una vera e propria startup interna gestita da collaboratori e da giornalisti professionisti.