logo_post_protetto
logo_laterale

WannaCry, il virus che ha colpito 99 paesi. Ecco come proteggersi

WannaCry, il virus che ha colpito 99 paesi. Ecco come proteggersi

Un nuovo virus, denominato “WannaCry”, diffuso via email, ha tenuto in ostaggio i dati di migliaia di computer in tutto il mondo, causando disagi a ospedali, ministeri e aziende.

Questo tipo di virus viene denominato “Ransomware” perché cripta tutti i dati del vostro computer e chiede un riscatto per poterli de-criptare. Inoltre elimina le copie di sicurezza del sistema operativo presenti nelle sezioni nascoste in modo da impedirne il ripristino. A questo punto il computer mostra solamente il messaggio con la richiesta di riscatto. Segnalato per la prima volta solo a febbraio, attualmente non esiste ancora un tool che sia in grado di rimuoverlo e di decriptare i file: nonostante le varie guide online per il recupero dei documenti, se non si ha effettuato un backup dei file criptati, recuperarli sarà molto difficile. La minaccia era già nell’aria da qualche settimana, tanto che Microsoft aveva prontamente rilasciato una patch consigliandone caldamente l’installazione. Nonostante ciò in molti non hanno eseguito l’aggiornamento rimanendo vittime del virus che viene trasmesso attraverso un allegato di un messaggio email, quindi NON APRIRE allegati provenienti da mittenti sconosciuti.

Questo virus è particolarmente pericoloso perché si propaga all’interno delle reti informatiche, molto velocemente. Tuttavia pare che dalla Gran Bretagna un ragazzo di appena 22 anni sia riuscito a bloccare la diffusione del virus comprandone il dominio per sole 8,50 sterline. Secondo Edward Snowden, defezionista dell’agenzia di intelligence americana Nsa, il malware sarebbe il cosiddetto Eternal Blue, sviluppato in origine per mandare in tilt gli apparati informatici dei “nemici” dell’America.

Segui questi consigli per proteggere i tuoi file e il tuo computer!

image008

Infografica tradotta e adattata da qui

Scritto da:Newsroom

La newsroom di AXA Italia è una vera e propria startup interna gestita da collaboratori e da giornalisti professionisti.