logo_post_protetto
logo_laterale

Seggiolini in auto, cambiano le regole.

Seggiolini in auto, cambiano le regole.

La sicurezza dei bambini innanzi tutto, grazie alla tecnologia i seggiolini sono diventati ancora più sicuri e per garantire che si utilizzino i giusti strumenti per proteggere i più piccoli entrano in vigore anche in Italia norme più restrittive. I vecchi seggiolini per il momento non sono fuorilegge, ma il consiglio è di controllarli e, magari, sostituirli. La norma fondamentale che regola il trasporto dei bambini in auto è l’articolo 172 del Codice della strada che resta invariato. L’articolo prevede che i passeggeri di età inferiore ai 12 anni e di altezza inferiore a 1,50 m siano agganciati a un sistema di ritenuta omologato, adatto al loro peso e alla loro statura.

I cambiamenti riguardano l’omologazione ECE R44 e R129 (quest’ultima entrerà in vigore in estate), e si riferiscono soprattutto agli “schienali” che diventano obbligatori.

E’ l’altezza che conta
Se fino ad oggi si sceglieva il seggiolino in base al peso del bambino, d’ora in avanti si dovrà scegliere il dispositivo in base all’altezza. Rimane invariato l’obbligo di adottare un sistema di ritenuta di sicurezza per tutti i bambini fino a 150 cm di altezza (circa 12 anni). La multa per i trasgressori è di 80 euro più decurtazione di 5 punti dalla patente.

Al bando cuscini e “alzatine”
I cuscini che rialzano la seduta (comunemente detti alzatine, booster o rialzi), sono vietati dal primo gennaio 2017 per tutti i bambini di statura inferiore ai 125 cm di altezza. D’ora in avanti bisognerà dotarsi di rialzi dotati di schienale. In questo modo la cintura di sicurezza potrà essere allacciata nel modo corretto evitando di finire all’altezza del collo.

Isofix o I-Sizea non più obbligatorio
I seggiolini per bambini tra il metro e il metro e mezzo di altezza non sono più soggetti all’obbligo di possedere un ancoraggio Isofix o I-Sizea, si potranno quindi fissare in auto come si preferisce.

Codice di omologazione, la “carta d’identità” del seggiolino
Se avete un vecchio seggiolino, magari ereditato da qualche parente, fate attenzione: se prodotto prima del 1995 e omologato ECE R44/01 e R44/02 è fuorilegge dal 2008. I seggiolini omologati secondo la normativa vigente devono essere muniti dell’etichetta di omologazione europea ai sensi delle normative ECE R44/03, ECE R44/04 e i-Size (UN R129). L’etichetta deve contenere la norma di legge (ECE R44/04), i numeri di omologazione, il codice internazionale del Paese in cui è stato omologato e la fascia di peso per il bambino.

Multe più care e ritiro della patente
Per far rispettare le nuove regole diventano più severe anche le multe. Chi fa viaggiare i bambini in auto senza sistemi adeguati può rischiare fino a 323 euro di multa. In caso di recidiva nell’arco di due anni, scatta la sospensione della patente da 15 giorni a 2 mesi.

Scritto da:Newsroom

La newsroom di AXA Italia è una vera e propria startup interna gestita da collaboratori e da giornalisti professionisti.

Quanto ti è stato utile il post?  
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

LoadingFavorite 0
0