Respiro sibilante: come sapere quando si respira con fischio di notte
Benessere

Respiro sibilante: come sapere quando si respira con fischio di notte

Il respiro affannoso, noto anche con il termine wheezing, consiste in un fischio acuto emesso durante la respirazione. Esso fa la sua comparsa in fase di espirazione ma spesso, in casi gravi, può comparire anche in fase di inalazione (fischio con l’inspirazione).

Il respiro fischiante o affannoso è spia di un problema respiratorio, che richiede un controllo medico e un trattamento adeguato. 

Respiro sibilante: le cause

La principale causa del respiro sibilante deriva da un’infiammazione polmonare o da un restringimento delle vie aeree, che può verificarsi in qualunque punto, dalla gola fino ai polmoni.

Queste condizioni sono a loro volta acuite dalla presenza di asma o da una malattia cronica che ostruisce i polmoni

Esistono, però, anche altre motivazioni che possono potenzialmente causare il respiro con rantolo. Queste possono prevedere la presenza di:

  • Enfisema, una malattia cronica che arriva a danneggiare progressivamente la funzionalità respiratoria.
  • Reflusso gastroesofageo, quando gli acidi gastrici risalgono dallo stomaco fino all’esofago.
  • Infarto.
  • Cancro ai polmoni.
  • Apnee notturne, che consistono nella momentanea interruzione della respirazione durante il sonno.

Ulteriori cause di respiro rantolante possono includere condizioni mediche non croniche, ma comunque serie, che prevedono:

  • Bronchite, ossia una infiammazione dei bronchi.
  • Bronchiolite, che comporta invece l’infiammazione dei bronchioli.
  • Polmonite, la nota infiammazione del tessuto polmonare.
  • Anafilassi, ossia una reazione allergica a una sostanza chimica che richiede un intervento medico immediato.
  • Allergie.

Bisogna quindi tenere a bada questi fattori, in modo da gestire il respiro sibilante al meglio. Evitare fattori scatenanti, come polline, allergeni ma anche il fumo di sigaretta, è la soluzione più semplice per tenere a bada il fischio durante la respirazione. Nel caso in cui i diretti interessati siano però dei bambini, gli accorgimenti da adottare cambiano ulteriormente.

Sibili nei bambini: cosa fare e come capire le cause

Non è così automatico il collegamento tra respiro sibilante e asma, poiché le cause del sibilo ai polmoni possono essere svariate, come sopra indicato.  

Quando parliamo di sibili nel respiro dei bambini, bisogna tenere a mente che i neonati sono molto soggetti a sviluppare sibili alla respirazione, sia perché i loro bronchi presentano un diametro molto ridotto rispetto a quello di un adulto, sia perché il loro sistema immunitario non risulta ancora sviluppato completamente e, pertanto, risultano particolarmente suscettibili a infezioni che possono infiammare le vie aeree.

Le più frequenti cause di sibili nei bambini comprendono:

  • Inalazione di corpi estranei, che possono causare la comparsa di fischi nella respirazione.
  • Allergie, sia alimentari che al polline o agli acari, o al pelo degli animali.
  • Infezioni delle vie aeree, come la bronchite o la bronchiolite.
  • Asma, condizione che prevede la combinazione di respiro con fischio e catarro.

Più raramente, la causa del wheezing nei bambini dipende da anomalie dei bronchi o della trachea, tumore, disfunzioni del tratto vocale e malattie autoimmuni. 

Ma torniamo alla condizione che colpisce gli adulti.

Perché si respira male di notte (asma di notte)

Spesso, i pazienti riportano un respiro sibilante solo di notte. Ciò non costituisce una stranezza perché, come si diceva, tra i fattori scatenanti di sibili e fischi di notte ma anche durante il giorno, l’asma è senz’altro la principale; essa, comunque, tende a peggiorare nelle ore notturne.

Le cause notturne dell’asma sono varie, ma possono dipendere, ad esempio, dal raffreddamento delle vie respiratorie

Di notte, poi, ci si trova maggiormente esposti agli allergeni che possono innescare degli attacchi di asma; inoltre, il muco si sposta nella glottide, soprattutto in caso di sinusite, ostruendo le vie aeree, il che, come si sa, determina immediatamente episodi asmatici.

Infine, da sdraiati, il reflusso gastroesofageo può restringere le vie respiratorie, causando broncospasmo e peggiorando la sintomatologia dell’asma.

Cosa fare se si respira con fischio di notte

I rimedi per il respiro sibilante notturno dipendono dalle sue cause; nella maggioranza dei casi, ciò significa quindi gestire l’asma. 

Risulta importante, dunque, la somministrazione di broncodilatatori (farmaci che, come indica il nome stesso, dilatano le vie aeree): la loro azione attenua quindi i rantoli, la tosse con fischio o i bronchi che fischiano.

Per gestire un episodio acuto di asma notturna, invece, solitamente si prescrivono i corticosteroidi per via orale.

I sintomi asmatici possono anche essere alleviati respirando l’aria di un luogo umido e caldo; in casa, per esempio, ci si può posizionare vicino alla doccia con l’acqua corrente impostata su alte temperature.

Le reazioni allergiche gravi, infine, vengono gestite con antistaminici, corticosteroidi o epinefrina.

Ottieni una prima diagnosi in pochi minuti: clicca qui.

In collaborazione con pazienti.it

Fonti:

www.mayoclinic.org/symptoms/wheezing/basics/when-to-see-doctor/sym-20050764?p=1
www.webmd.com/asthma/guide/nocturnal-asthma-nighttime-asthma

Il Gruppo AXA Italia non risponde dei contenuti degli articoli pubblicati.

Servizi per tutti

Chiedi a un esperto

Fai una domanda ad uno specialista e risolvi i dubbi sulla tua salute. Consulta anche le risposte ricevute dagli altri utenti.

Valuta i tuoi sintomi

Scrivi in chat i tuoi sintomi. Grazie all'intelligenza artificiale di Mediktor otterrai un report con le possibili cause e tanti consigli utili.

Trova le strutture

Ricerca le migliori strutture sanitarie per le prestazioni di tuo interesse secondo il Ministero della Salute. Scopri anche le strutture proprietarie AXA.

Ascolta i migliori specialisti

Scopri i webinar AXA Health Talk per rimanere aggiornato sui temi più importanti per la tua salute.

Lo sapevi che…

La pianificazione pensionistica è fondamentale per garantirsi un futuro più stabile, tutelando il proprio tenore di vita anche dopo la pensione

Come organizzi il tuo futuro pensionistico?

Loading ... Loading ...

Le soluzioni per diventare cliente AXA

Assistenza 360

Modulo di Protezione Salute acquistabile singolarmente. Include consulti medici 24/7, tariffe agevolate, consegna farmaci a casa, fino a 2500€ per la copertura di spese di assistenza domiciliare e molte altre prestazioni, valide anche all’estero. Tutto a meno di 7€ al mese!

Protezione Salute

Check up gratuito, rimborso delle spese per visite e interventi in un network di strutture convenzionate, assistenza medica 24/7 e tanto altro ancora. Scegli una polizza completa e altamente personalizzabile per proteggere te e i tuoi cari.

Protezione Su Misura

Sei un lavoratore autonomo, dipendente, una casalinga o un pensionato? Puoi proteggere il tuo tenore di vita con un’assicurazione che ti tuteli in caso di infortunio, malattia e perdita d’impiego. Scegli il tuo profilo e scopri una proposta su misura per te.

I nostri partner editoriali

Il team di AXA scrive per voi in collaborazione con diversi partner accreditati, ognuno dei quali è focalizzato su un determinato settore: un insieme di conoscenze e competenze messe a disposizione dei lettori.

Scopri di più