Millennials, ecco quali sono le app più utilizzate dai ragazzi tra i 20 e i 35 anni
Tecnologia e innovazione

Millennials, ecco quali sono le app più utilizzate dai ragazzi tra i 20 e i 35 anni

Whatsapp è la regina delle applicazioni più usate, ma i Millennials sono la fascia di popolazione più “affezionata” all’uso delle app. Pur non essendo (tutti) nativi digitali (i Millennials vanno dai 20 fino ai 35 anni di età) i 20-35enni si fidano della tecnologia e usano le applicazioni per i più disparati servizi, dai viaggi alle nuove conoscenze, passando per la scelta dell’architetto o dell’idraulico. Eccone alcune tra le più utilizzate.

Airbnb: Quando vanno in vacanza i Millennials non hanno dubbi: niente hotel ma sharing economy. Molto meglio andare a casa di qualcuno e vivere la destinazione “dall’interno”.  Non a caso nel 2016 quasi la metà dei clienti Airbnb a livello globale sono stati di età compresa tra 18 e 34.

Snapchat: forse è la preferita dalla fascia più “giovane” dei Millennials, ma le foto ritoccate o spiritose di Snapchat affascinano anche molti trentenni. Il 70% degli utenti dell’app fanno parte di questa generazione.

Tinder: Nella società di oggi incontri e conoscenze sono più difficili? O semplicemente si vogliono conoscere più persone? Per farlo i Millennials utilizzano le app di incontri, prima fra tutte Tinder. Certo è un metodo rapido e immediato, come devono essere le loro vite.

Amazon: I Millennials sono la generazione più incline agli acquisti online. Per questi cosa c’è di meglio di Amazon, che nelle grandi città consegna anche in giornata? Non a caso è anche tra i marchi più influenti in Italia per i Millennials, seconda solo a Google secondo l’ultima indagine Ipsos sul tema.

Fazland (o simili): vuoi mettere la comodità di cercare qualsiasi servizio, dall’idraulico all’elettricista, passando per l’imbianchino e l’impresa edile, con una app. I Millennials, poi, si basano molto sui giudizi degli altri utenti e cosa c’è di meglio dei ranking che faccia la media tra quelli di diversi utenti per valutare la qualità di un servizio e per sceglierlo?

Spotify: Ai 20-35enni piace la musica e amano il concetto di condivisione: Spotify unisce le due cose e offre tutta la musica che vogliono gratuitamente o a costi limitati.

Blablacar: I ragazzi nati tra gli anni ’80 e i 2000 sono pratici e abituati a un mondo meno “semplice” di quello della generazione precedenti. Quindi a risparmiare. Non possono non essere affezionati alla app internazionale che consente di offrire e chiedere passaggi, quindi risparmiare sugli spostamenti. Inoltre grazie alla collaborazione con AXA ogni viaggio è coperto da un’assicurazione aggiuntiva senza costi extra.

Scritto da:Carlotta Zuin

Laureata in lingue. Senza filtri, appassionata di cinema e serie tv, con un amore incondizionato per il sushi. Fa parte del team di comunicazione di AXA Italia. Winter is coming.

Servizi per tutti

Valuta i tuoi sintomi

Scrivi in chat i tuoi sintomi. Grazie all'intelligenza artificiale di Mediktor otterrai un report con le possibili cause e tanti consigli utili.

Trova le strutture

Ricerca le migliori strutture sanitarie per le prestazioni di tuo interesse secondo il Ministero della Salute. Scopri anche le strutture proprietarie AXA.

Ascolta i migliori specialisti

Scopri i webinar AXA Health Talk per rimanere aggiornato sui temi più importanti per la tua salute.

Lo sapevi che…

Oltre 12 milioni di persone hanno rinunciato alle cure del Servizio Sanitario Nazionale per via delle lunghe liste d’attesa

Quando hai bisogno di prestazioni mediche o di un consulto medico solitamente a chi ti rivolgi?

Loading ... Loading ...

Le soluzioni per diventare cliente AXA

Nuova Protezione Casa

La polizza modulare che protegge la tua casa, te e la tua famiglia anche dalle conseguenze economiche di danni accidentali provocati a terzi, dalle eventuali controversie legali e durante l’uso del web in caso di lesione della reputazione online, furto d’identità digitale e acquisti in e-commerce.

InGiro

La polizza che ti protegge quando sei in movimento, anche all’estero: a piedi, in bici, in monopattino e sui mezzi pubblici. Include il rimborso delle spese mediche da infortunio sui mezzi, video-consulto medico h24 e tanto altro ancora. Tutto ad un prezzo conveniente.