logo_post_protetto
logo_laterale

L’albero di Natale perfetto è l’albero protetto

L’albero di Natale perfetto è l’albero protetto

Ormai mancano pochi giorni a Natale. Dall’8 dicembre in Italia si apriranno le danze: addobbo dell’albero perfetto e corsa all’acquisto dei regali. Dall’Università di Sheffield in Gran Bretagna arriva una vera e propria formula (magica), composta da quattro operazioni per allestire l’albero: il punto di partenza è l’altezza, passando poi al calcolo del numero ideale di palline da appendere ai rami, alla lunghezza delle decorazioni e dei cavi per le luci, per finire con l’altezza che dovrebbe avere il puntale (o la stella, o ancora l’angioletto, a seconda di tradizioni e usanze). L’archetipo dell’albero di Natale bilanciato, lineare e armonico dovrebbe quindi sottostare alle seguenti misure:

  • Numero di palline: radice quadrata di 17 / 20 x (altezza dell’albero in cm)
  • Lunghezza dei nastri decorativi (in cm): 13 x pi greco / 8 x (altezza dell’albero in cm)
  • Lunghezza delle luci (in cm): pi greco x (altezza dell’albero in cm)
  • Altezza del puntale/stella/angelo (in cm): altezza dell’albero in cm / 10

 

Come preparare un albero sicuro?

Senza pensare troppo alla formula della perfezione, è importante seguire qualche accorgimento fondamentale per costruire un albero di Natale che sia sicuro. Durante il periodo natalizio, infatti, si registra un’impennata di incidenti tra le mura domestiche e quindi di richieste di intervento del Pronto Soccorso. Dalle luci all’albero. Dalle decorazioni alle candele. Dalle piante di natale ai pacchetti-regalo. Per quanto il Natale sia un periodo di festa, le insidie si nascondono dietro ogni angolo, soprattutto se i protagonisti sono i bambini. O se si hanno animali domestici.

Qui di seguito vi proponiamo una serie di consigli da seguire per evitare di incappare in spiacevoli:

Luci

I rischi di incendio, cortocircuito e scosse elettriche sono quasi all’ordine del giorno. Se si vuole abbellire il presepe la probabilità di causare danni aumenta: le lampadine vengono spesso messe a contatto diretto con materiali facilmente infiammabili come carta (cielo stellato, montagne, casette) e paglia (mangiatoia, fienile), oppure vicino all’acqua (cascate, laghetti, pozzi) o spruzzate di neve sintetica e vernici colorate. In questi casi pertanto è consigliabile innanzitutto acquistare prodotti sicuri e affidabili che abbiano il marchio di certificazione della CE e quello IMQ che certifica che il prodotto è stato testato prima della vendita; successivamente sarebbe meglio controllare sempre che non ci siano cavi danneggiati o prese elettriche rotte, e controllare che i fili non ostacolino il passaggio delle persone.

Albero

Uno degli incidenti più frequenti si verifica quando vestiti o animali domestici rimangono impigliati nelle decorazioni causando quindi la caduta dell’albero, il quale potrebbe provocare danni a chi si trova nelle vicinanze; un altro caso riguarda le dolorose cadute dalla scala utilizzata per addobbare la parte più alta dell’albero. Vi consigliamo perciò di fissare l’albero in modo sicuro e stabile in un angolo, e, se si tratta di una pianta vera, è raccomandabile innaffiarlo almeno una volta a settimana in modo che gli aghi non si secchino cadendo a terra e diventando un possibile pericolo.

Decorazioni natalizie

La forma può trarre in inganno, ma anche le palline possono diventare pericolose. Se sono di vetro o di metallo infatti sono rischiose per i più piccoli. Se si rompono possono provocare danni agli occhi o, se ingerite, causare lesioni interne o addirittura soffocamento. Un consiglio? Acquistare palline in plastica o in tessuto, ancor meglio se in materiale riciclato, oppure creare addobbi casalinghi da appendere all’albero.

Candele

I possibili incendi domestici non sono causati solamente dalle lampadine, ma anche dalle candele utilizzate per creare l’atmosfera natalizia. Se non si tratta di candele di buona qualità possono disperdere nell’aria particelle inalabili di metalli pesanti (cadmio, piombo, ecc.), provocare reazioni allergiche, bronchiti asmatiche o veri e propri attacchi d’asma. È meglio quindi preferire candele in cera naturale senza l’aggiunta di profumi o coloranti e soprattutto non posizionarle vicino all’albero di Natale o ad altre fonti infiammabili (tende, pacchetti regalo, ecc.) e ricordarsi di non lasciarle accese nei momenti in cui in casa non è presente nessuno.

Piante di Natale

Per i bambini di età compresa tra 1 e 4 anni le classiche piante che si regalano nel periodo natalizio (vischio, pungitopo, stella di Natale e agrifoglio) possono rappresentare un pericolo. La naturale curiosità infantile potrebbe causare loro intossicazione (le bacche del vischio e della stella sono velenose) e infiammazione sulla pelle e agli occhi. È consigliabile quindi non tenere le piante nelle stanze della casa più frequentate dai bambini.

Pacchetti regalo

Buste di plastica, nastri, forbici e coltelli. Tutti materiali che abitualmente vengono utilizzati per incartare i regali da mettere sotto l’albero o da donare direttamente alle persone care. Quando però i bambini entrano in contatto con questi oggetti, il rischio di ferirsi non è da sottovalutare perché potrebbero tagliarsi o soffocarsi giocando con i nastri, e mettendosi in testa le buste di plastica. Meglio quindi togliere subito carte, buste e nastrini non appena i regali vengono scartati in modo che i bambini non ci giochino.

Scritto da:Newsroom

La newsroom di AXA Italia è una vera e propria startup interna gestita da collaboratori e da giornalisti professionisti.

Quanto ti è stato utile il post?  
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

LoadingFavorite 0
0