logo_post_protetto
logo_laterale

Il tragitto casa-scuola: i bambini sono attenti ai pericoli della strada?

Il tragitto casa-scuola: i bambini sono attenti ai pericoli della strada?

Settembre vuol dire autunno, vendemmia, fine dell’estate ma anche primo giorno di scuola per i più piccoli. E per la prima volta si confronteranno con il traffico stradale. Ma adulti e bambini hanno la stessa percezione dell’ambiente circostante? Assolutamente no.

I bambini percepiscono le situazioni di traffico in modo completamente diverso dai loro genitori: infatti prestano attenzione a cose e oggetti molto differenti.

  • i bambini si distraggono facilmente e percepiscono i colori prima delle auto o di altri pericoli
  • stimano distanze e velocità in maniera diversa dagli adulti
  • data la loro statura il campo visivo è ridotto e pertanto non vedono tutti i pericoli

Secondo uno studio realizzato nel Department of Psychological and Brain Sciences dell’Università dell’Iowa, infatti, prima dei 14 anni i bambini non hanno ancora sviluppato appieno le capacità di valutazione di percezione visiva e le abilità motorie necessarie per attraversare la strada senza mettersi in pericolo.

Ecco alcuni consigli su come insegnare ai bambini ad attraversare la strada in totale sicurezza:

  • innanzitutto bisogna spiegare loro che si attraversa la strada solo sulle strisce pedonali e quando il semaforo è verde
  • è fondamentale guardare sempre sia a destra sia a sinistra fino alla fine dell’attraversamento per assicurarsi che non stia arrivando qualche veicolo ad alta velocità
  • è importante inoltre cercare di incrociare lo sguardo dell’automobilista che sta percorrendo la strada: se l’automobilista sta guardando in un’altra direzione potrebbe essere pericoloso attraversare perché significa che non sta guardando chi attraversa davanti a lui
  • non si attraversa mai la strada passando davanti a un autobus o a un camion fermi perché si rischierebbe di non essere visti dalle macchine che stanno arrivando
  • mai attraversare la strada di fretta o correndo
  • Infine un consiglio in più può essere quella di far allenare i più piccoli con l’attraversamento di una pista ciclopedonale, meno pericolosa ma comunque utile per imparare le regole dell’attraversamento sicuro.

Articolo tratto dal video pubblicato da AXA Winterthur (Andreas Schumacher)

Scritto da:Carlotta Zuin

Laureata in lingue. Senza filtri, appassionata di cinema e serie tv, con un amore incondizionato per il sushi. Fa parte del team di comunicazione di AXA Italia. Winter is coming.