logo_post_protetto
logo_laterale

Devi studiare qualcosa che proprio non ti entra in testa? O cerchi un modo per imparare in fretta una materia? Il web può venirti in aiuto

Devi studiare qualcosa che proprio non ti entra in testa? O cerchi un modo per imparare in fretta una materia? Il web può venirti in aiuto

Ecco i cinque metodi per imparare più velocemente.

Mooc, l’università (gratuita) online

Si chiama Eduopen e raccoglie corsi di università italiane. Tutte le lezioni sono tenuti da docenti universitari e la piattaforma è stata finanziata dal ministero dell’Istruzione. Offre agli allievi la possibilità di seguire percorsi formativi di qualità a distanza ed eventualmente acquisire dei crediti formativi universitari. I corsi sono perlopiù gratuiti o che prevedono il pagamento di piccole somme. Ma il mondo Mooc è già ben avviato altrove. Sono stati 35 milioni gli studenti iscritti ai Mooc nel mondo nel 2015 e le maggiori piattaforme sono nate negli Stati Uniti. È il caso della più grande, Coursera, che ha visto la luce nel 2012 all’Università di Standford, e ha erogato dalla sua nascita nel 2012 corsi a oltre 17 milioni di utenti. Secondo il modello Mooc i corsi sono forniti in forma gratuita, e prevedono una serie variabile di esercitazioni o lezioni obbligatorie per il conseguimento del certificato finale, in genere a pagamento per avere carattere di ufficialità da parte dell’istituzione che lo fornisce. Per la maggior parte sono in inglese, ma la piattaforma ne propone anche in molte altre lingue dal cinese, all’arabo, passando per lo spagnolo. edX è un’altra iniziativa di istruzione online senza scopo di lucro fondata dal Massachusetts Institute of Technology (Mit) e dall’Università di Harvard. Offre corsi online gratuiti e Mooc erogati dai maggiori atenei statunitensi, dal Mit ad Harvard, fino a Berkeley. I mooc sono un ottimo strumento anche per la formazione aziendale: AXA, per esempio, ha una partnership con Coursera per offrire corsi di formazione ad oltre mille dipendenti in 64 paesi dalle migliori università del mondo. La strategia del gruppo include la formazione continua delle risorse. Entro il 2020, più di un terzo delle conoscenze di base necessarie per la maggior parte delle professioni si baserà su abilità che non sono essenziali per eseguire lo stesso lavoro di oggi. Oltre al progetto con Coursera, che porta il sapere a casa dei dipendenti, AXA ha arricchito la sua piattaforma digitale di apprendimento con 500 nuovi moduli di micro-learning (durata 5-30 minuti ciascuno). Questi rispondono alle esigenze di sviluppo come una vasta gamma di competenze morali, tra cui lo sviluppo personale, la gestione dei cambiamenti, la leadership ecc. Attualmente disponibile per oltre 165.000 dipendenti in tutto il mondo, questa soluzione Click & Learn può essere utilizzata ovunque e in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo.

Lacerba, la piattaforma che insegna a programmare

Ci sono poi altre piattaforme  per la formazione sulle quali è possibile studiare argomenti di ogni tipo: dai big data ai linguaggi di programmazione, da excel alla realtà virtuale. Tra le più innovative in Italia c’è Lacerba, che punta a insegnare programmazione e altre materie tecniche e digitali a chiunque e in tempi brevi. Lacerba.io offre video lezioni esclusivamente tenute da giovani esperti di materie digitali, semplici e veloci, con lo scopo di consentire a tutti di acquisire una competenza, anche da zero.

Fluentify per le lingue

Fluentify è una piattaforma online che ti insegna le lingue…parlando. Con costi bassi puoi avere un insegnante specializzato madrelingua che dialoga con te con un meccanismo simile a Skype o che ti fa lezione. La piattaforma chiede all’utente informazioni precise perché l’insegnamento sia mirato: conversazione, business, ascolto e così via.

Le mappe concettuali digitali

Le mappe concettuali sono indispensabili per poter organizzare e rappresentare graficamente un progetto, un’idea oppure, per gli studenti, sono utili per collegare i concetti fondamentali di ciò che si studia. Ci sono siti per creare grafici di qualsiasi tipo (a torta, a barre, istogrammi, linee del tempo, ecc.), ma anche mappe mentali, mappe concettuali, diagrammi e schemi vari.

Tra questi SpicyNodes.org consente di creare nodi di informazioni, link, testi, foto e altri media e quindi collegare i nodi insieme in modo che abbia un senso. Può essere usato per le mappe mentali, per diagrammi organizzativi, e anche per pianificare unità didattiche. MindMeister  è un’applicazione web-based che avvalendosi di grafici, linee e bottoni vari ci permette di creare una mappa concettuale precisa e chiara. Anche questo strumento permette di modificare esportare e condividere la propria mappa.

Tutto lo scibile matematico raccolto in un sito

Difficoltà in matematica? Ad aiutarti è un sito web. Tra le tante risorse su Yaoumath puoi trovare oltre 15.000 problemi risolti fino all’ultima virgola: lezioni di matematica, esercizi risolti nel forum e esercizi proposti, formulari di Matematica e Fisica, domande e risposte, dispense e appunti per l’università, giochi, risolutore automatico online, blog, immagini divertenti, scientifiche.

 

Scritto da:Newsroom

La newsroom di AXA Italia è una vera e propria startup interna gestita da collaboratori e da giornalisti professionisti.

Quanto ti è stato utile il post?  
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

LoadingFavorite 1
0