Binge Eating Disorder, in crescita la percentuale di chi ne soffre: come riconoscere il disturbo
Prevenzione

Binge Eating Disorder, in crescita la percentuale di chi ne soffre: come riconoscere il disturbo

Il Binge Eating Disorder (BED) è uno dei disturbi dell’alimentazione più conosciuti. Come si riconosce e cosa ci dicono le ultime ricerche? Leggi di più.

Il Binge Eating Disorder (BED), noto anche come disturbo da alimentazione incontrollata, è caratterizzato dall’assunzione incontrollata di cibo in un tempo molto breve (attraverso le cosiddette “abbuffate”), con la conseguente difficoltà a fermarsi. 

Si tratta di uno dei disturbi dell’alimentazione più conosciuti insieme all’anoressia e alla bulimia nervosa, che negli ultimi tempi, specialmente in seguito alla pandemia, hanno registrato numeri in crescita nella popolazione. 

I sintomi del Binge Eating Disorder 

Tra i principali sintomi che aiutano a riconoscere il Binge Eating Disorder si riscontrano: 

  •  assunzione di notevoli quantità di cibo (anche quando non si prova appetito) in un determinato lasso di tempo, relativamente breve; 
  •  tendenza a mangiare in solitudine; 
  •  perdita di controllo del proprio comportamento alimentare; 
  •  autostima bassa e sensi di colpa; 
  •  disagio personale. 

Il disturbo da alimentazione incontrollata non è associato ad atteggiamenti compensatori, come per esempio il vomito. 

Inoltre, gli episodi devono avere una certa frequenza, almeno una volta a settimana per un periodo di circa tre mesi consecutivi. 

Per tutti questi motivi è necessario consultare uno specialista tempestivamente, per ricevere una corretta diagnosi e iniziare le opportune terapie. 

Chi ne soffre? 

Il monitoraggio sui disturbi del comportamento alimentare in Italia è in continua evoluzione

Secondo gli ultimi dati dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), si segnala un aumento di questi disturbi di circa il 40% nel 2021 rispetto al 2019, con un abbassamento dell’età della popolazione che si ammala (il 30% ha meno di 14 anni) e anche un aumento della diffusione di queste patologie tra i soggetti maschili (circa il 10% nella fascia 12-17 anni). 

Come accennato in precedenza, durante la pandemia si è registrato un peggioramento delle condizioni di coloro che soffrivano di un disturbo alimentare,, anche per via del distanziamento sociale che ha creato, e in alcuni casi acuito, dei disagi e psicologici. Ecco perché le mappature e le indagini continuano a ritenersi molto importanti. 

Per quanto riguarda il Binge Eating Disorder nello specifico, si stima che circa il 12,4% degli utenti dei Centri censiti dalla mappatura dell’ISS abbia ricevuto la diagnosi di questo disturbo

Inoltre, il disturbo colpisce prevalentemente nella prima età adulta (ma può manifestare a qualsiasi età), ed è generalmente più comune nelle donne che negli uomini

Infine, le persone in sovrappeso ed obese hanno un rischio maggiore di soffrire di disturbo da alimentazione incontrollata, specialmente tra coloro che iniziano programmi per la perdita di peso, con una tendenza che cresce con il grado di obesità.

In collaborazione con pazienti.it

Fonti 

https://www.auxologico.it/malattia/disturbo-alimentazione-incontrollata-binge-eating-disorder

https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/binge-eating-disorder/symptoms-causes/syc-20353627

https://www.healthline.com/health/eating-disorders/binge-eating-disorder-statistics#Symptoms

https://www.aosp.bo.it/it/content/disturbo-da-alimentazione-incontrollata-binge-eating-disorder

https://www.rainews.it/articoli/2022/03/disturbi-alimentari-dati-allarmanti-aumentati–del-40–i-casi-nei-primi-sei-mesi-di-pandemia–8bc25cce-9c4a-4e6f-ae17-04e3266b9475.html

https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/sars-cov-2-dipendenze-disturbi-alimentazione

https://www.iss.it/web/guest/primo-piano/-/asset_publisher/3f4alMwzN1Z7/content/id/6778881

Il Gruppo AXA Italia non risponde dei contenuti degli articoli pubblicati

Quanto ti è stato utile il post?  
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

Scritto da: Newsroom a

Condividi:

Servizi per tutti

Valuta i tuoi sintomi

Scrivi in chat i tuoi sintomi. Grazie all'intelligenza artificiale di Mediktor otterrai un report con le possibili cause e tanti consigli utili.

Trova le strutture

Ricerca le migliori strutture sanitarie per le prestazioni di tuo interesse secondo il Ministero della Salute. Scopri anche le strutture proprietarie AXA.

Ascolta i migliori specialisti

Scopri i webinar AXA Health Talk per rimanere aggiornato sui temi più importanti per la tua salute.

Le soluzioni per diventare cliente AXA

Assistenza 360

Modulo di Protezione Salute acquistabile singolarmente. Include consulti medici 24/7, tariffe agevolate, consegna farmaci a casa, fino a 2500€ per la copertura di spese di assistenza domiciliare e molte altre prestazioni, valide anche all’estero. Tutto a meno di 7€ al mese!

Protezione Salute

Check up gratuito, rimborso delle spese per visite e interventi in un network di strutture convenzionate, assistenza medica 24/7 e tanto altro ancora. Scegli una polizza completa e altamente personalizzabile per proteggere te e i tuoi cari.

Protezione Su Misura

Sei un lavoratore autonomo, dipendente, una casalinga o un pensionato? Puoi proteggere il tuo tenore di vita con un’assicurazione che ti tuteli in caso di infortunio, malattia e perdita d’impiego. Scegli il tuo profilo e scopri una proposta su misura per te.