logo_post_protetto
logo_laterale

Psicologia dei buoni propositi: come mantenere la giusta motivazione

Psicologia dei buoni propositi: come mantenere la giusta motivazione

Il nuovo anno è alle porte e, come di consueto, si avvicina il momento di fare bilanci e stabilire i buoni propositi per l’anno venturo. Malgrado tutte le buone intenzioni, però, la maggior parte di noi molla prima di arrivare alla meta, mantenendo i propositi solo per pochi giorni o settimane.

Per evitare di far finire nel dimenticatoio i buoni propositi, in questo articolo illustreremo alcune strategie utili a mantenere la giusta motivazione e portare finalmente a compimento le risoluzioni.

Come fare la “lista” dei buoni propositi di inizio anno?

Per portare a compimento i buoni propositi, è fondamentale fissare gli obiettivi con sincerità, sceglierne pochi ma rilevanti. Quindi, focalizzarsi su obiettivi realistici e concreti ed elaborare per ognuno un vero e proprio piano d’azione.

Cosa si dovrebbe intendere con buoni propositi?

Mangiare sano, leggere più libri, imparare a suonare uno strumento, dedicarsi a un hobby o uno sport. Questi sono solo alcuni dei più comuni buoni propositi, ma la lista è potenzialmente infinita e cambia a seconda di interessi, sogni o aspirazioni personali.

Per questo, è fondamentale capire cosa ci spinge ad impegnarci in quella precisa cosa e farci le giuste domande: siamo noi a desiderarlo o lo facciamo per gli altri? Ci interessa veramente? Ci fa stare bene? Queste domande aiuteranno a dare un’accezione più personale alla lista.

Come mantenere i buoni propositi

Per riuscire a mantenere i buoni propositi occorrono costanza e motivazione, unite a tutta una serie di strategie (che proponiamo di seguito) che saranno di aiuto a vedere finalmente realizzate le risoluzioni per il nuovo anno.

  • Siate specifici

Un errore comune è fissare obiettivi generici e confusi come, ad esempio, “Voglio vivere una vita più sana”. Rendere le risoluzioni più specifiche e dettagliate, con risultati facilmente misurabili, aiuterà a farle diventare realtà.

  • Mettete tutto per iscritto

Annotare tutti i passaggi necessari per raggiungere gli obiettivi può essere d’aiuto. Suddividendo i propositi in micro-obiettivi, si riuscirà a notare anche i minimi progressi e a evitare la frustrazione di non raggiungere un obiettivo più grande in tempi brevi. Così facendo, si potrà rimanere sulla buona strada, concentrati e positivi.

  • Concedetevi tempo

Secondo gli esperti, occorrono circa 21 giorni perché una nuova attività diventi un’abitudine e sei mesi perché diventi consolidata. Bisogna assicurarsi, dunque, di dedicare tutto il tempo necessario al raggiungimento degli obiettivi, senza avere fretta.

  • Parlatene

Utile può essere cercare un amico o un familiare con una risoluzione simile, per un sostegno reciproco, parlando dei progressi e delle sfide incontrate. Il potere della condivisione aiuterà a tenere duro nei momenti difficili e a mantenere alta la motivazione.

  • Premiatevi

Riconoscere i successi, anche se all’apparenza minimi, è un’azione importante. Si sta lavorando su se stessi per riuscire a tener fede ai propositi e, per questo, ci si merita un piccolo premio.

Come fare a mantenere sempre la giusta motivazione

Mantenere i buoni propositi non è solo questione di forza di volontà, ma anche il risultato di un’attenta programmazione.

Circondarsi di positività, crederci sino in fondo, concedendosi anche il lusso di rivedere i buoni propositi qualora ci si accorga che questi non rispecchiano più i desideri sono obiettivi del 2022 e di sempre: provare per credere!

Ottieni una prima diagnosi in pochi minuti: clicca qui.

In collaborazione con pazienti.it

Fonti:

https://scholar.harvard.edu/files/todd_rogers/files/beyond_good_intentions_-_prompting_people.pdf
https://www.news-medical.net/news/20190122/The-Psychology-of-Sticking-to-Your-New-Years-Resolutions.aspx
https://www.psychologytoday.com/us/blog/the-path-passionate-happiness/202012/setting-intention-the-new-year

Il Gruppo AXA Italia non risponde dei contenuti degli articoli pubblicati