Fattura elettronica: cosa è cambiato dal 1° luglio
Lavoro

Fattura elettronica: cosa è cambiato dal 1° luglio

Sono passati diversi mesi da quando è entrata in vigore per 3,2 milioni di contribuenti la tanto temuta fattura elettronica. Abbiamo già dedicato un post per spiegare come funziona la fattura elettronica e, ora che è terminato il cosiddetto periodo di prova, è arrivato il momento di fare il punto della situazione per scoprire che cos’è cambiato a partire dal 1° luglio 2019 con l’entrata in vigore delle modifiche introdotte con la conversione in legge del Decreto Crescita.

12 giorni per emettere fattura

La prima grande novità è rappresentata dal termine per l’emissione della fattura elettronica. Se nei 6 mesi di prova i titolari di partita IVA avevano tempo fino alla scadenza della liquidazione IVA periodica, a partire dal mese di luglio la fattura elettronica dovrà essere emessa, e quindi trasmessa alla piattaforma SdI, entro il termine di 12 giorni dalla data di effettuazione dell’operazione per non incorrere in sanzioni per omessa o tardiva fatturazione. Naturalmente, per quanto riguarda le fatture differite, il termine ultimo di emissione rimane fermo al giorno 15 del mese successivo a quello di effettuazione delle operazioni.

Data di emissione, data di trasmissione e data di effettuazione

Sempre riguardo alle tempistiche, l’Agenzia delle Entrate ha emanato alcune precisazioni per la trasmissione al sistema di interscambio (SdI). D’ora in avanti, infatti, la data di emissione coincide con la data della trasmissione, mentre la data in cui è stata effettuata l’operazione è da specificare nel campo “data” del file Xml.

Sanzioni

L’ultima novità rilevante che interessa la fatturazione elettronica riguarda la disciplina sanzionatoria in caso di emissione tardiva. In caso di omessa o tardiva fatturazione oltre i termini previsti, è prevista la sanzione tra il 90% e il 180% dell’imposta relativa all’imponibile non fatturato. In caso, invece di violazioni che non hanno inciso sulla liquidazione dell’IVA, viene applicata la sanzione fissa tra 250 e 2.000 euro.

Servizi per tutti

Calcola la tua pensione

Scopri la tua pensione pubblica e il piano integrativo perfetto per te. Bastano pochi dati per un calcolo preciso e affidabile.

Andamento fondi AXA

Visualizza le quotazioni dei fondi interni ed esterni sottostanti ai prodotti AXA, consulta l'andamento di uno o più fondi che ti interessano per restare sempre aggiornato sull'andamento del mercato.

Andamento fondi AXA MPS

Visualizza le quotazioni dei fondi interni ed esterni sottostanti ai prodotti AXA MPS, consulta l'andamento di uno o più fondi che ti interessano per restare sempre aggiornato sull'andamento del mercato.

Le soluzioni per diventare cliente AXA

Mia Pensione

Una pensione integrativa è la soluzione ideale per preservare il tuo stile di vita al momento del pensionamento. Con Mia Pensione decidi tu quando e quanto versare, scegli la linea di investimento più adatta a te e usufruisci di importanti vantaggi fiscali.

Easy Plan

Un modo semplice per gestire i tuoi risparmi? Con Easy Plan investi a partire da 75€ al mese tutelando il tuo capitale senza rinunciare alle opportunità dei mercati finanziari e dei fondi sostenibili. Puoi disinvestire in qualsiasi momento e la tua fedeltà sarà premiata con un bonus.

Buon Lavoro!

La polizza dedicata agli imprenditori interessati a tutelare la propria attività dagli imprevisti di ogni giorno: incendio, fermo attività, furto e rapina, RC per richieste di risarcimento danni da terzi e dipendenti e tante altre coperture.

Cyber Sicuro

La soluzione completa che protegge la tua attività dagli attacchi informatici grazie ad indennizzi economici e supporti dedicati e, contemporaneamente, tutela i tuoi clienti e fornitori dai pericoli del web.