logo_post_protetto
logo_laterale

Cambiare una gomma

Cambiare una gomma

Quando si fora una ruota

È l’incidente d’auto meno grave, ma non sempre il più piacevole.

Secondo Michelin, la media dell’Europa occidentale è di una foratura ogni 75.000 chilometri. Purtroppo nessuno può sapere se in strada c’è un oggetto tagliente, oppure se parcheggiando, una gomma si è danneggiata, sfiorando il marciapiede. Il caso più pericoloso: se la foratura avviene durante la marcia, può provocare un incidente e il rischio aumenta con la velocità. È dunque indispensabile sapere come si deve reagire prima di tutto per mantenere il controllo del veicolo, quindi per individuare un punto di sosta ed eseguire la riparazione.

 

L’importanza dei riflessi

Se durante la guida la gomma scoppia o si percepisce che si sta sgonfiando, la prima cosa a cui pensare è la sicurezza. Nei pochi secondi che seguono è fondamentale comportarsi nel modo più efficace per:

  • Mantenere la traiettoria
  • Ridurre la velocità
  • Rientrare nella corsia di destra

 

Dopodiché occorre seguire le seguenti istruzioni, dopo aver individuato una superficie piana, stabile e sicura dove cambiare la gomma, meglio se solida e livellata per evitare che l’auto si muova. Nel caso in cui ci si trovi vicino alla carreggiata, occorre parcheggiare il più lontano possibile dal traffico, accendere gli indicatori di emergenza (impropriamente chiamati “quattro frecce”) e indossare il giubbotto con i catarifrangenti.

 

  • Azionate il freno a mano e inserite la prima marcia o la retromarcia, o selezionate la “P” se l’auto ha il cambio automatico.
  • Appoggiate un sasso, un mattone o un altro oggetto davanti alle ruote anteriori e a quelle posteriori.
  • Togliete la ruota di scorta e il cric dal baule.
  • Inserire il cric sotto il telaio, in prossimità della gomma da sostituire.
  • Verifica che entri in contatto con una porzione metallica del telaio. Attenzione: molte vetture hanno una minigonna in plastica lungo la base. Se non si incastra il cric nel posto giusto, si potrebbe rompere la plastica nel momento in cui l’auto inizia a sollevarsi.
  • Sulle auto più recenti con scocca portante dovrebbe esserci una piccola incisione o un segno sulla carrozzeria di fronte alle ruote anteriori e a quelle posteriori. Questo indica dove inserire il cric.
  • Con la maggior parte dei furgoni e delle vecchie auto che hanno un telaio tradizionale occorre posizionare il cric sotto un elemento metallico del telaio stesso, appena davanti alla gomma anteriore o posteriore.
  • Con il cric sollevare l’auto senza però alzarla completamente da terra.
  • Rimuovere il coprimozzo e allentare i dadi ruotandoli in senso antiorario. Non svitarli del tutto, limitarsi a vincere la resistenza del serraggio.
  • Usare la chiave che viene fornita in dotazione con la strumentazione di emergenza: una chiave a croce tradizionale. Lo strumento potrebbe avere bussole di dimensioni diverse a ciascuna estremità. Quella della misura giusta dovrebbe inserirsi senza sforzo sulla testa del dado, senza avere però un certo “gioco”.
  • Lasciare la gomma a contatto con il suolo quando si allentano i dadi, così che la forza faccia girare i dadi e non la ruota stessa.
  • Ruotare la manovella o azionare il meccanismo del cric per sollevare la ruota da terra. È sufficiente alzarla quanto basta per rimuovere la gomma e inserire quella di scorta.
  • Se il cric si solleva in direzione inclinata o angolata, abbassarlo di nuovo e modificane la posizione, in modo che si alzi perpendicolarmente al terreno.
  • Rimuovere completamente i dadi. Ruotarli in senso antiorario fino a svitarli del tutto. Ripetere la stessa operazione per tutti gli altri.
  • Togliere la ruota. Se la ruota dovesse essere “incollata” al mozzo a causa della ruggine o di altri fattori, usare un martello di gomma e cercare di allentarla oppure lo pneumatico di scorta per colpire la metà esterna.
  • Inserire la ruota di scorta sul mozzo, allineando il cerchione con i bulloni e avvitando i dadi.
  • Verificare che la ruota sia montata in maniera corretta e non al contrario. Lo stelo della valvola per il gonfiaggio deve essere rivolto verso l’esterno, lontano dal veicolo.
  • Stringere i dadi a mano finché non ruotano più.
  • Infine, serrarli il più possibile con l’aiuto della chiave e seguendo uno schema a stella. Non applicare una forza eccessiva al punto da smuovere il cric. Solo quando la vettura sarà di nuovo appoggiata a terra si potranno stringere i dadi perfettamente.

 

A questo punto è possibile riporta la macchina completamente a terra e sfilare il cric. È sempre bene terminare di serrare i dadi e rimontare il coprimozzo prima di ripartire, mettendo la ruota danneggiata nel baule.

Consigliabile andare dal gommista non appena si arriva a destinazione o in città, perché occorre che la ruota di scorta sia disponibile nuovamente.

 

Scritto da:Newsroom

La newsroom di AXA Italia è una vera e propria startup interna gestita da collaboratori e da giornalisti professionisti.

Quanto ti è stato utile il post?  
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars

LoadingFavorite 1
0